16 - 22 Settembre, Roma

Besteam – Il Metaverse calcistico

Besteam Game s.r.l. è una startup innovativa che sta realizzando un Metaverso ed un gioco di ruolo calcistico 11vs11, costruito su Chain Polygon, basato su NFT e con un proprio token il BTEM.

Besteam vuole tradurre il calcio reale nel calcio virtuale attraverso il sistema blockchain.
Ogni singolo utente è un calciatore virtuale con un avatar completamente personalizzabile e con delle caratteristiche uniche per ricoprire un ruolo specifico in campo; può creare un proprio team o entrare in una squadra già formata e competere nella modalità principale del Metaverso: “Football” nella quale sfidare altri 11 player con l’unico scopo di diventare Campione.

Ogni team ha un proprio “Team’s Hub”, personalizzabile e implementabile con gli NFT e con il raggiungimento di obiettivi di gioco; corrisponde all’area privata di ciascun Team ed è collegata alla “BestCity”, area pubblica e luogo delle competizioni più importanti.

La BestCity è un ambiente inclusivo nel quale socializzare, divertirsi, guadagnare e competere a livello sportivo professionistico; l’utente ha la possibilità di vivere principalmente le dinamiche della vita di un calciatore reale ma in un ambiente digitale.
La nostra vision è molto ampia e punta ad attrarre tutte le diverse figure del calcio tra cui i procuratori, i dirigenti, i match analyst, i giornalisti, i telecronisti, ecc…

Il livello di innovatività

Fondato sull’innovativa tecnologia blockchain, sfrutta la moneta virtuale BTEM, costruita su rete Polygon, come token utile nelle microtransazioni interne al Metaverso rivolte all’acquisto di NFT limitati ed esclusivi di personalizzazione dell’avatar o di NFT vantaggiosi che garantiscono agevolazioni “in game”.

Il token inoltre, può essere utilizzato per l’acquisto di pass per eventi e tornei competitivi/esportivi ufficiali oltre che indispensabile nel sistema di Governance DAO (associazione calciatori virtuali) che permette agli holder con le percentuali più alte di prendere parte alle assemblee ed alcune scelte sullo sviluppo del progetto.

La partecipazione dell’utenza così intesa e il sistema economico decentrato spingono il progetto verso concetti di free-to-play e play-to-earn attualmente non previsti dai principali competitors e che rappresentano per Besteam vantaggi competitivi ai quali si affianca la volontà di riconoscere i player e le squadre virtuali come vere realtà esportive per poi valorizzarle e promuoverle nel reale.

Tuttavia le squadre reali possono sfruttare il Metaverso Besteam per creare una propria sede virtuale dove svolgere attività quotidiane di coinvolgimento della propria fanbase ma anche attività amministrative e logistiche.
L’accesso gratuito al metaverso è arricchito dalla possibilità che ogni singolo utente ha di guadagnare; il calciatore dovrà raggiungere obiettivi di gioco prestabiliti, vincere tornei, vendere gli asset, stipulare contratti con la squadra e con gli sponsor, trasformando così le ore di gioco sul calcio virtuale 11vs11 in valore economico liberamente scambiabile.

Nuova idea di intendere il calcio


Besteam propone un nuovo modo di intendere il calcio videoludico nel quale la socializzazione, la competitività e il guadagno economico sono perni principali e si accostano a innovative possibilità di collaborazione con brand e aziende, non più limitate alla semplice sponsorizzazione ma rivolte alla crescita e alla valorizzazione del marchio in un mercato digitale parallelo.
I concetti di squadra, community, aggregazione garantiscono un’esperienza diversa dall’uno contro uno a cui siamo abituati in ambito gaming; il player non è più da solo, ha dei diritti e deve rispettare delle regole, condivide obiettivi con i suoi compagni e crea relazioni tangibili in campo e fuori.

In Besteam le performance nel mondo reale (allenamenti, partite ufficiali, gare di Skill) inficiano direttamente quelle nel Metaverse e viceversa.

Esempio:

– Allenamenti svolti in un parco a Roma possono migliorare il quadro del giocatore virtuale in ambito atletico.

– Risultati ottenuti in un match virtuale possono dare delle agevolazioni nelle competizioni reali.

Le nuove società del calcio virtuale

Il calciatore virtuale può sottoscrivere un contratto con una squadra e/o con gli sponsor, può dunque guadagnare giocando.

La squadra virtuale diventa reale, un’associazione o una società, ha un organigramma ampio, partecipa ai tornei esportivi, costruisce la propria fanbase e sponsorizza il proprio merchandising; ha degli spazi virtuali di proprietà dove svolgere attività amministrative, di allenamento o organizzazione eventi.
Gli ambienti virtuali del team sono: lo “Sport Centre”, “Training Zone”, “Market NFT”, “Stadium”.

I tornei esport sono l’essenza della competitività dove i team si sfidano per vincere ricchi montepremi e accrescere la propria fama e reputazione sportiva.
Le dinamiche finanziarie o economiche sono centrali, vanno dal trasferimento di un player da una squadra all’altra, dagli accordi con gli sponsor, dalla pubblicità, ticket per eventi anche non sportivi, diritti tv.

La fanbase è la traction che ogni squadra deve cercare di costruire, per avere stadi più grandi e maggiori introiti da sfruttare sul mercato o per migliorare il proprio centro sportivo.

Questa è l’evoluzione che abbiamo in mente per il futuro del calcio; e tu, cosa ne pensi?

Per tutto questo, il nostro motto è: “Costruiamo insieme il Calcio Virtuale”.

Enrico Coviello

Leggi altro...