16 - 22 Settembre, Roma

ROAD e Rome Future Week, binomio vincente per tracciare gli scenari dell’innovazione del Futuro

La strada dell’innovazione passa per ROAD. Il Rome Advanced District rappresenta il nuovo polo di ricerca tecnologica che parte dall’area del Gazometro di Roma Ostiense per scrivere la storia del futuro.

Nato nel maggio 2023 dalla visione di una rete di imprese quali Eni, Acea, Autostrade per l’Italia, Bridgestone, Cisco, Gruppo FS e NextChem (Maire), ROAD si è imposto come fulcro della transizione digitale ed energetica e al contempo è stata location di prestigio per eventi dedicati a vario titolo all’innovazione. Fra questi anche l’edizione summer di ‘SIOS24: Intelligenze multiple’ promossa da StartupItalia, Eni e Sace, che vede ROAD trasformarsi per un giorno nella casa dell’ecosistema innovativo delle startup italiane. 

ROAD sarà anche partner ufficiale della Rome Future Week, in programma dal 16 al 22 settembre con la sua formula di ‘eventi diffusi’ che, per un’intera settimana, animeranno la Capitale con eventi, talk show, confronti, incontri, visioni di Futuro. Ideato da SCAI Comunicazione, con la partnership di Roma Capitale, Rome Future Week accoglie con entusiasmo il supporto di ROAD che si contraddistingue per essere un luogo dedicato ad ospitare la trasformazione in ogni sua forma, a partire da quella urbana.

Il distretto dell’innovazione

ROAD è un polo di ricerca concepito all’interno dell’area del Gazometro di Roma Ostiense, un’area della Capitale che fin dai primi del Novecento ha ospitato gran parte delle industrie romane dell’epoca, oltre a centrali termoelettriche che oggi arricchiscono il tessuto dell’archeologia industriale della città, e che sono oggetto di un attento e consapevole lavoro di riqualificazione urbana. 

Il Rome Advanced District accoglie progetti che spaziano dalle tecnologie per la decarbonizzazione all’economia circolare – water e waste management – passando per l’efficienza energetica e lo stoccaggio, senza trascurare la mobilità sostenibile e le smart cities, con un particolare occhio rivolto alla promozione della salute e della sicurezza. ROAD sarà dotato di un ‘gemello digitale’ che permetterà di progettare le soluzioni più adatte alla comunità urbana, potendone misurare impatto e valore in chiave condivisa, conciliando la progettualità esistente con la visione del futuro che prenderà vita anche in un ambiente in metaverso.

Radici nel passato

L’architettura industriale trova la sua casa ideale proprio nel quartiere Ostiense di Roma, laddove il Gazometro – da molti ribattezzato il Colosseo di ferro – diventa anche un luogo di interesse del Fondo Ambiente Italiano (FAI) che supporta Eni nell’organizzazione di cinque visite guidate domenicali, in programma da giugno a novembre 2024 alla riscoperta di uno dei luoghi simbolo del passato industriale della Capitale, destinato ora a diventare un parco scientifico dedicato alla sperimentazione e agli eventi culturali, come aveva dichiarato Mattia Voltaggio, responsabile di Joule, la scuola di Eni per l’impresa in occasione della presentazione dell’iniziativa. 

L’area del Gazometro si estende su quasi 13 ettari, con impianti che dal 1909 – anno di costruzione del primo cilindro metallico, realizzato dall’Ansaldo – hanno rifornito Roma di gas fino ai primi anni ’60 quando il polo industriale ha visto la sua chiusura. Il Gazometro è di fatto il più grande in Europa, alto 90 metri e largo 65, e con la sua imponenza sarà ora destinato a segnare il futuro dell’innovazione italiana con una chiara attenzione all’ambiente. 

ROAD as a model

Il progetto ROAD è ambizioso e volto a fare dell’innovazione un concetto guida, che possa estendersi in un costante rapporto con l’ecosistema produttivo del Paese puntando a valorizzare l’intera filiera costituita da aziende, università, centri di ricerca, startup e Pmi innovative. 

Tre pilastri supportano il modello operativo di ROAD: Ecosystem, promuove attività di tech transfer unitamente a ricerca e sviluppo e open innovation, connettendo tra loro corporate, PMI e startup. 

Stakeholders Alliance, sviluppa le partnership con gli attori dell’ecosistema nazionale e internazionale, creando valore per il distretto e il sistema paese.

ROAD mette il capitale umano al centro dei processi, attraverso People, lo sviluppo dei progetti di ricerca di Ecosystem e il presidio dell’ecosistema dell’innnovazione diventano possibili grazie allo sviluppo dei talenti e allo studio delle professioni del domani.  

Road e RFW, binomio vincente 

Chi ha detto Eventi? Rome Future Week si prepara per la sua seconda edizione, dopo il grande successo dell’edizione 2023, in cui ci ha stupiti con un programma di 380 eventi a cui hanno assistito circa 30mila partecipanti in presenza e 70mila da remoto. E l’edizione di settembre 2024 si preannuncia ancora più ricca, anche grazie al contributo di ROAD, che consentirà di sviluppare un chiaro obiettivo congiunto: promuovere e accelerare progetti di innovazione, ricerca scientifica, industriale e tecnologica, ma anche sviluppare startup e PMI innovative e sperimentare tecnologie emergenti nel “living lab” del Gazometro.  

Mariapia Ebreo

Leggi altro...